Nigrisoli Bartolo

Immagine autore

Bartolo Nigrisoli (Mezzano di Ravenna, 18 dicembre 1858 – Bologna, 6 novembre 1948) è stato un chirurgo italiano. Fu uno dei docenti universitari che rifiutarono il giuramento di fedeltà al regime fascista.

Terminati gli studi inferiori, si iscrisse al ginnasio, dove conobbe Nullo Baldini che fu poi sempre un suo caro amico. Successivamente frequentò la facoltà di medicina all'Università di Bologna, dove strinse intimi e cordiali rapporti con Giovanni Pascoli. Pur partecipando alla polemica politica di quei tempi, Bartolo non era inquadrabile in una organizzazione politica precisa. Olindo Guerrini Nel quarto e quinto anno frequentò la Clinica Medica e la Clinica Chirurgica, laureandosi il 24 giugno 1883.La sua prima esperienza lavorativa avvenne nel 1883, quando passò l'estate a Cireglio, in montagna, in una villa di cui era proprietario l'oculista e senatore Francesco Magni, rettore dell'Università di Bologna. Già nell'ultimo anno di corso era entrato in servizio regolare come Pro-assistente in Clinica Chirurgica e, dopo la laurea, ottenne il posto di Assistente Interno. Tale posto gli era stato ottenuto per l'amicizia che legava lo zio dottore al professor Pietro Loreta. Verso la fine dell'anno 1883 dovette, però, interrompere il servizio per rispondere alla chiamata alle armi e andare alla Scuola di Sanità Militare a Firenze. Nominato sottotenente fu destinato all'82 Fanteria in via di formazione a Torino, dove serpeggiavano colera e vaiolo


Categorie del personaggio

Gli autografi di questo personaggio