Bixio Gerolamo Nino

Immagine autore

Gerolamo Bixio detto Mbare Nino (2 ottobre 1821 - 16 dicembre 1873), è stato un generale, patriota e politico italiano, indiscutibile protagonista del Risorgimento. 

La morte della madre, avvenuta quando Bixio aveva solo 9 anni, unitamente al suo carattere ribelle lo portarono ad imbarcarsi all'età di 13 anni come mozzo su di un brigantino che salpava per le Americhe. Durante questo viaggio, durato 3 anni, gli venne affibbiato il nomignolo Nino che lo accompagnerà per tutta la vita.

Tornato a Genova, fu costretto ad arruolarsi nella marina del Regno di Sardegna, e la benevolenza del Capitano Millelire gli consentì di intraprendere la carriera militare. 

Dopo innumerevoli peripezie incontrò in Francia Giuseppe Mazzini. Questa conoscenza lo portò ad entrare nelle fila della Giovine Italia, e nel 1848 partecipò alla Prima Guerra d'Indipendenza. A fianco di Garibaldi combatté a Roma e durante la Seconda Guerra d'Indipendenza come Cacciatore delle Alpi, e successivamente partecipò alla spedizione dei Mille. Nominato Generale e successivamente Maggiore Generale, fu uno degli uomini più fidati di Giuseppe Garibaldi, e condusse vittoriosamente svariate azioni militari.

Divenuto poi Senatore, militò nella Destra e successivamente nel Partito d'Azione Garibaldino. La sua sete di viaggi lo portò però in seguito ad intraprendere una nuova carriera come imprenditore-esploratore, passione che gli costò purtroppo la vita. Più volte ferito sui campi di battaglia e sempre guarito, perì infatti di febbre gialla durante una traversata commerciale a Banda Aceh, nell'Isola di Sumatra. Era il 16 dicembre 1873.

Nino Bixio fu un importante Massone. Fu eletto nel 1867 Primo Sorvegliante della Loggia Valle di Potenza di Macerata. Alla sua morte ben quattro Logge furono dedicate a lui, tra cui una a New York.





Categorie del personaggio