Dalla Costa Elia

Immagine autore

Elia Angelo Dalla Costa (Villaverla, 14 maggio 1872 – Firenze, 22 dicembre 1961) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano, dichiarato Servo di Dio è stato proclamato nel 2017 Venerabile. Già dal 2012 è riconosciuto Giusto tra le nazioni.

Dopo gli studi teologici e filosofici compiuti presso i seminari diocesani di Vicenza e Padova, venne ordinato sacerdote il 25 luglio 1895 nel duomo di Schio; per più di un anno rimase a Villaverla, come cappellano del suo parroco ammalato. Divenne collaboratore del vescovo di Vicenza e poi docente di lettere nel seminario di Vicenza. In seguito fu cappellano a Pievebelvicino (nel comune di Torrebelvicino) e, dal 1902, parroco di Pozzoleone; infine il 10 novembre 1910 fu nominato titolare della parrocchia di Schio, dove rimase per 12 anni.


Elia Dalla Costa morì nel 1961 e fu sepolto nella cattedrale di Santa Maria del Fiore: il 21 dicembre 1981 a Firenze, con il nulla osta della Congregazione delle Cause dei Santi, in occasione del ventennale della morte, si è aperto il processo diocesano di beatificazione. Nel novembre del 2012, è stato riconosciuto "Giusto tra le Nazioni" dal Museo dell'Olocausto Yad Vashem di Gerusalemme «per aver offerto rifugio a oltre 110 ebrei italiani e 220 stranieri» nella Firenze occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.
Il 4 maggio 2017 la Congregazione per le Cause dei Santi al termine della causa di beatificazione ne ha riconosciuto le virtù eroiche


Categorie del personaggio

Gli autografi di questo personaggio