Luigi Carlo Farini

Immagine autore

Luigi Carlo Farini (Russi, 22 ottobre 1812 – Quarto, 1º agosto 1866) è stato un medico, storico e politico italiano, per breve tempo Presidente del Consiglio dei ministri del Regno d'Italia tra il 1862 e il 1863.

Luigi Carlo Farini nasce il 22 ottobre 1812 a Russi (Ravenna) da Stefano, il farmacista del paese e Marianna Brunetti. Suo zio Girolamo Brunetti era un medico rinomato di Faenza. Inizia i suoi studi a Russi. Don Pier Girolamo Sintoni gli insegna la grammatica e la retorica, mentre lo zio Domenico Antonio gli impartisce lezioni di filosofia, matematica e scienze naturali: Domenico Antonio era tra l'altro amico e discepolo del grande naturalista forlivese Cesare Majoli. Da giovane aderisce alla Carboneria e successivamente alla Giovine Italia. Si iscrive giovanissimo all'Università di Bologna (Facoltà di medicina e chirurgia). Sostiene l'esame di ammissione il 10 novembre 1828 quando ha appena 16 anni. Inizialmente viene allontanato dall'università per aver urlato durante una manifestazione dell'11 febbraio 1830 “Viva l'Italia, Abbasso i tiranni”. A seguito di una richiesta di perdono viene riammesso alla facoltà. Egli partecipa ai moti del 31; combatte anche a Rieti e Rimini dove conosce i figli della regina Ortensia, uno dei quali sarà il futuro Napoleone III. Dopo l'insuccesso dei moti la sua attiva partecipazione non viene segnalata alle autorità. Si laurea in medicina il 27 giugno 1832 con una tesi dal titolo Quid sit certitudo medica in qua conquiescunt Judices, suasque sententias fulciunt(riguardante casi pratici come artrite, tonsillite ecc).


Categorie del personaggio

Gli autografi di questo personaggio