Autografo di Luigi Cibrario Lettera Figlia Sonetto Inedito e Biglietto


Autografo di Luigi Cibrario Lettera Figlia Sonetto Inedito e Biglietto


Lettera interamente autografa del Conte Luigi Cibrario, politico e braccio destro del Conte Camillo Benso Conte di Cavour; ricoprì la carica di Ministro dell'Istruzione, Ministro delle Finanze e Ministro degli Esteri del Regno di Sardegna durante la Guerra in Crimea.


All'interno della lettera, inviata alla figlia Giulia, il celebre politico fornisce informazioni circa alcuni suoi prossimi spostamenti.

La lettera, dal contenuto strettamente personale, riporta un epigramma inedito del Conte: 

"Mentre parean legati in casti amori,
 Maria bella e fatale, i nostri cuori,
In conversa a sinistra al molle urbano,
Per subito furor desti la mano.
Ah l'atroce perfidia al fiero torto,
Ciò che provai non so, .... ma non son morto".

Ad impreziosire ulteriormente la missiva è la firma del celebre politico, visto che il destinatario è un parente stretto (la figlia) appone solamente la firma con il nome.

Si allega un biglietto da visita autografo del Conte Luigi Cibrario inviato al nipote Mario.

Articolo in lavorazione
0,00 €
IN LAVORAZIONE

Dettagli autografo

Codice autografo: AST0922

Data autografo: 3/02/

Pagine: 4

Pagine manoscritte: 1

Condizioni: Ottime

Dimensioni: 16.5x11 cm